Google Apps | Le ho provate.

google-apps-cloud

ho un dominio presso Register.it che include 3 indirizzi di posta elettronica con Antivirus e Antispam da 1Gb e spazio web Linux con installato WordPress, circa 75,00€/anno.

Idea:

provare a legare il mio dominio alle Google Apps e avere più indirizzi di posta, collaborazione e risparmio.

Cosa serve:

ridirigere il record MX e i CNAME se si vogliono dei domini di secondo livello alle Apps, quindi con il proprio dominio.

Vantaggi:

fino a 10 Indirizzi eMail con Antivirus e Antispam e con 7Gb di spazio, Collaborazione, Gestione documenti senza MS-Office, Storage On-Line, accesso da più dispositivi alle Google Apps e spazio web gratuito. Con tutto ciò posso avere in Register.It solo il dominio al costo di 10,00€/anno.
Per quanto riguarda il mondo Business grande informatizzazione (Collaboration, Anyware Access e Risparmio) per i professionisti e le piccole imprese. Le Google Apps for Business hanno ambizione anche per la Medio-Grande Impresa e per le Multinazionali, ma personalmente non vedo ancora vantaggio oggettivi per la Medio-Grande impresa se non parte da zero.

I servizi sono comunque configurabili anche se non si è in possesso di un dominio. Ci sono anche le Google Apps for Business che hanno ulteriori funzioni che non ho testato.

Le applicazioni …

Gmail:

è il punto di forza di tutta la piattaforma, non manca veramente nulla. Non c’è cosa che non sono riuscito a fare e dove non c’è arrivata Google c’è il Lab dove alcuni sviluppatori hanno risolto i problemi più comuni. Ovviamente usare Google Chrome è la parola d’ordine. E’ possibile ricevere da più Accout, etichettare le mail, usare il risponditore automatico, inoltrare, archiviare, spostare con il drag’n drop, personalizzare l’interfaccia, aggiungere firme, gestire l’IMAP o il POP, creare dei filtri, chattare, gestire gli RSS e altro ancora.

Google Contacts:

è possibile avere schede di tipo Business o Personal a seconda della completezza dei dati. Se vengono indicati compleanni o anniversari automaticamente generano promemoria nel calendario. E’ possibile creare gruppi, collegare immagini. Condividerli con utenti del Dominio o del Gruppo.

Google Calendar:

è possibile condividere calendari nel Dominio o nel Gruppo, schedulare appuntamenti con utenti del Dominio o del Gruppo. Ci sono i promemoria, gli appuntamenti possono essere ripetitivi. E’ possibile visualizzare più calendari, quello delle festività nazionali, il meteo, i compleanni. Insomma non manca nulla.

Google Task:

le attività sono l’unica pecca che ho identificato, so che sono in sviluppo, ma al momento non è possibile creare un’attività ripetitiva che si RI schedula non appena completata. Nella visualizzazione non è possibile vedere le attività del giorno e quelle scadute. La logia Ms Outlook è ancora lontanissima.

Google Documents:

si può fare a meno di Ms Office, tutto on-line. Nel caso in cui Ms Office rimanga la suite preferita è possibile installare un’estensione che permette di sincronizzare in modo automatico i documenti o uplodarli con un semplice clic. E’ possibile condividere i documenti con gli appartenenti al dominio, al gruppo o a chi conosce il link (scambio files) o renderli pubblici. Google ha il suo visualizzatore ma è comunque possibile vederli anche nei rispettivi a seconda del formato. Gli editor sono sufficientemente evoluti da permettere le operazioni più comuni,.

Google Site:

l’ho sperimentato poco ma devo dire che può diventare il centro della condivisione delle Google Apps sia per gli utenti appartenenti al sito, che per gli utenti esterni. Per quanto mi riguarda può sostituire sicuramente un sito istituzionale di basso livello, presto per sostituire i CMS. Sta di fatto che condivide tutto, foto, video, documenti, calendari …..

Google Picasa:

non l’ho sperimentato a fondo perché le sue potenzialità sono ben conosciute a tutti.

Youtube:

stessa cosa di Picasa.

Google Chrome:

consiglio vivamente l’utilizzo di Google Chrome per usufruire delle Google Apps. Funziona bene, è veloce e soprattutto tramite il Chrome Web Store è possibile installare svariate estensioni che facilitano l’utilizzo delle Google Apps. Addittura personalizzando iGoogle è possibile mantenere la stessa interfaccia e configurazione tra più Chrome con il semplice accesso.

Google Android:

ovviamente, essendo un sistema operativo di Google, va ad integrare al meglio tutte le funzionalità delle Google Apps. Per quanto riguarda Documents, su Android, non ci sono tutte le funzionalità di modifica dei documenti: ad esempio per il foglio di calcolo non è possibile visualizzare i grafici.

Google Reader:

lettore di RSS, sicuramente utile per non avere la casella di posta invasa da newsletter di vario genere e comunque rimanere informati sul alcuni temi.

Altre considerazioni …

BlackBerry:

la sincronizzazione sufficientemente completa. E’ possibile mantenere sincronizzate eMail, il calendario e i contatti. Il resto delle applicazioni è gestibile via web attraverso i collegamenti customizzati per dispositivi mobili: http://m.google.com .

Ms Outlook:

esiste il plug-in per utilizzare Ms Outlook come Client di Posta Elettronica. L’ho provato ma l’utilizzo on-line della posta e di tutte le altre applicazioni fa la differenza in termini di funzionalità. Inoltre utilizzando l’on-line non c’è bisogno di installare nulla e il tutto è consultabili da qualsiasi computer o dispositivo mobile connesso in internet. Per chi come me è dovuto passare da Ms Outlook alle Google Apps esiste un’apposita estensione per uplodare Posta, Calendario e Contatti.

Lo Storage:

Cloud! Accessibilità ovunque, niente salvataggi, condivisione in Lan e Wan, tanto, ma tanto spazio …. tutto ciò che serve per star tranquilli.

 

Sicuramente troverò altre cose da provare in merito alle Google Apps per cui aggiornerò il post.

Ulteriori Informazioni:
sito Google Apps qui.

Rispondi

Devi essere connessso per lasciare un commento.

>

Stai leggendo l'Google Apps | Le ho provate. su Paolo Sala.

Riferimenti

Contattami
close slider

Compila il modulo seguente per contattarmi

* Campi obbligatori
Nome